Dissonanza cognitiva

Dissonanza cognitiva

Dissonanza cognitiva teoria secondo cui in un individuo si crea uno squilibrio quando egli sia costretto a compiere una scelta fra alternative che presentano aspetti positivi e negativi, o quando si trovi a fronteggiare informazioni o fatti nuovi contrastanti con il proprio sistema di opinioni e atteggiamenti. Tale squili­brio crea uno stato di tensione o dissonanza e il soggetto tenderà a eliminarla o ridurla al fine di ristabilire l’armonia interna e la congruenza fra opinioni, conoscenze e valori. L’insieme dei giu­dizi e delle razionalizzazioni di un soggetto tende infatti a stabi­lire una coerenza fra l’immagine di sé e le relazioni con l’am­biente. Esiste cioè uri rapporto fra sistema di convinzioni, siste­ma di atteggiamenti e sistema di comportamenti, tale che un eventuale squilibrio in un ambito ha conseguenze non solo nel sistema originario ma anche in quelli ad esso collegati.
Per eliminare la dissonanza l’individuo può:

– modificare il proprio sistema di atteggiamenti e convinzioni;
– distorcere le informazioni contrastanti fino a renderle congruenti;
– prestare una attenzione selettiva alle informazioni congruenti con il proprio sistema di atteggiamenti e convinzioni.

Livello di dissonanza è determinato da vari elementi: impor­tanza della decisione, attrattività delle varie alternative, quantità delle alternative e loro differenziazione.

engage

Get the coolest tips and tricks today

This ebook will change everything you ever thought about relationships and attachment. Find the secret to connecting better and faster