Mercato concentrato

Mercato concentrato

Mercato concentrato ambito competitivo caratterizzato dalla presenza di un basso numero di imprese, ognuna delle quali controlla una quota significativa di domanda. Si tratta di merca­ti caratterizzati da elevate ➔ barriere all’entrata, alte ➔ economie di scala e alti tassi di profitto, con elevate asimmetrie informati­ve e basso tasso competitivo. In ogni caso la competizione è rara­mente basata sul prezzo e le decisioni strategiche sono fortemen­te influenzate dal comportamento dei concorrenti. Si può distin­guere fra:

• mercati statici, caratterizzati da scarso sviluppo della doman­da, alto livello di ➔ concentrazione, alta omogeneità di pro­dotto e scarse possibilità di ➔ innovazione, alte barriere al­l’entrata e all’uscita. Le imprese sono molto attente alle mos­se dei rivali, le quote possedute sono essenzialmente rigide e la situazione concorrenziale stabile;
• mercati dinamici, caratterizzati da tecnologia soggetta a rapi­de evoluzioni, elevato dinamismo dovuto a variazioni legislative o a modifiche dei mercati di approvvigionamento o sbocco, alta concorrenza potenziale, alto tasso di sviluppo della domanda, elevata possibilità di differenziazione. Le po­sizioni delle imprese sono perciò molto instabili e i vantaggi competitivi sono legati alle loro capacità di risposta ai muta­menti ambientali.

engage

Get the coolest tips and tricks today

This ebook will change everything you ever thought about relationships and attachment. Find the secret to connecting better and faster