Piano media

Piano media

Piano media documento che riporta la combinazione dei tempi e degli spazi pubblicitari che, tenendo presenti le analisi condot­te nella fase strategica, è stata ritenuta migliore fra una serie di possibilità prese in esame nel processo di pianificazione media. La scelta del piano media più efficace si basa in larga parte sulla considerazione di quattro criteri:

1) il numero delle esposizioni, ossia il semplice conteggio del nu­mero di esposizioni che si possono ottenere; tale criterio assu­me implicitamente che tutte le esposizioni a cui viene sotto­posto un individuo abbiano uguale impatto;
2) l’effetto di segmentazione, ossia le tipologie di persone che possono essere esposte alla pubblicità;
3) l’effetto della fonte derivante dall’opzione media, che può va­riare in seguito al tipo di mezzo, alle caratteristiche del mes­saggio (dimensione, lunghezza, colore e ubicazione), oppure alla tipologia di veicolo;
4) l’effetto di ripetizione, relativo al valore delle esposizioni successive. L’esame dell’effetto di ripetizione risulta piuttosto complicato a causa di molteplici fattori, quali l’oblio che può intervenire da un’esposizione all’altra e le differenze che si ve­rificano in tale effetto a seconda della tipologia di prodotto, delle caratteristiche del target group e del periodo temporale in cui viene effettuato il richiamo.

engage

Get the coolest tips and tricks today

This ebook will change everything you ever thought about relationships and attachment. Find the secret to connecting better and faster